Microsoft Windows 10, un sistema operativo NUOVO

Windows 10 rappresenta per Microsoft il punto di arrivo di un viaggio iniziato con Windows 8 e proseguito con Windows 8.1.

Il sistema operativo è stato progettato per soddisfare le esigenze di tutti gli utenti, in quanto l’esperienza d’uso sarà ottimizzata per ogni dispositivo, coniugando al meglio le due interfacce. Un’unica piattaforma software per smartphone, tablet, notebook, PC e console, e un solo marketplace per le applicazioni, offrendo nuove funzionalità che permettano di incrementare la produttività sul lavoro e nella vita privata. Windows 10 arriverà sul mercato entro l’autunno 2015. Fino ad allora sarà possibile testare le versioni preview che Microsoft rilascerà nel corso dei mesi.

windows-10-desktop

 

Versione di Prova

Dal 1 ottobre 2014 è possibile scaricare una copia gratuita della Windows 10 Technical Preview (build 9841). Gli utenti interessati devono prima effettuare l’iscrizione al programma Windows Insider, grazie al quale Microsoft raccoglie i dati sull’utilizzo del sistema operativo per ricevere i feedback dai partecipanti.

Il 21 ottobre 2014 è stata rilasciata la build 9860 che introduce oltre 7.000 miglioramenti e l’Action Center. Poche novità, invece, nella build 9879 di metà novembre. Il 23 gennaio 2015 è stata distribuita la nuova build 9926 che include Cortana. La preview specifica per smartphone e piccoli tablet è prevista per febbraio 2015. Per la release finale si dovrà attendere fino ametà 2015

Importanti le novità relative al costo di accesso al nuovo sistema operativo. Microsoft ha annunciato che il prezzo sarà infatti pari a zero per tutti gli utenti Windows 7, Windows 8.1 e Windows Phone 8.1. L’offerta durerà un anno e gli utenti riceveranno aggiornamenti gratuiti per tutta la vita del dispositivo. Il prezzo di Windows 10 non è ancora stato ufficializzato, ma con ogni probabilità sarà inferiore a quello di Windows 8. Il modello di business è cambiato e la velocità di update del sistema farà il paio con una sorta di abbonamento che garantirà l’aggiornamento alle nuove release. Microsoft ha infatti scelto un approccio “Windows as a Service” che, di fatto, elimina il concetto di versione.

Novità

Molte sono le novità nel nuovo sistema operativo, iniziamo con il ripristino del menù start; completamente riprogettato con nuove funzionalità e con la visualizzazione delle applicazioni Standard nonchè le applicazioni metro.

In aggiunta ( non in sostituzione ) troveremo il nuovo browser Spartan, concepito per garantire e sopperire le mancanze del vecchio internet explorer e sarà impostato di default come browser predefinito.

Windows 10 racchiude una nuova interfaccia chiamata Task View nella quale oltre che alle applicazioni vengono mostrati i desktop virtuali, graficamente è semplice ed elegante ma di impatto.

 

Tech-Preview_Task-view

 

 

Snap View, la funzionalità che in windows 8 permette di affiancare le app Modern, è stata migliorata in Windows 10 ed estesa alle applicazioni tradizionali. L’utente può visualizzare sullo schermo fino a quattro app con il nuovo layout a quadranti. Windows 10 suggerirà in modo intelligente (Snap Assist) come riempire lo spazio disponibile.

Le app Modern vengono ora aperte all’interno di finestre, come i programmi desktop. Sono quindi presenti i pulsanti per la massimizzazione, minimizzazione e chiusura, oltre alla barra del titolo (a scomparsa), dal quale si può accedere alle varie opzioni (Cerca, Condividi, Riproduci, Stampa, ecc.) con un tap o un clic sul pulsante con tre puntini.

Continuum è sicuramente la feature più interessante e utile per gli utenti che possiedono un dispositivo ibrido o 2-in-1, come il Surface Pro 3. Windows 10 modifica automaticamente il layout dell’interfaccia quando viene collegata e scollegata la tastiera. Nel primo caso, viene mostrato l’ambiente desktop con il menu Start e le app “windowed”. Nel secondo caso, il menu Start viene portato a pieno schermo e sostituisce in pratica il precedente Start screen.

Perché Windows 10?

Per mesi è circolato il nome Windows 9 per indicare la nuova versione del sistema operativo, sebbene Microsoft non abbia mai confermato questa indiscrezione. Tutti però davano per scontata la scelta “cronologica”. Invece, a sorpresa, l’azienda di Redmond ha deciso di saltare un numero, presentando Windows 10. Nel corso della keynote, Terry Myerson ha dichiarato che Windows One doveva essere il nome più adatto, ma Windows 1 è già stato usato. Allora, perché Windows 10?

C’è chi ipotizza che la scelta sia legata alle tipologie di dispositivi sui quali può essere eseguito. Gli sviluppatori sostengono che il motivo dipenda da un problema di codice. Ma probabilmente Windows 10 è il nome migliore per indicare un grande cambiamento, un allontanamento da Windows 8 e soprattutto l’ultima major release di Windows. Microsoft ha infatti previsto aggiornamenti frequenti che introdurranno patch di sicurezza, fix e nuove funzionalità, rispondendo alle richieste degli utenti e delle aziende.

 

 
admin

Author: admin

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *